20 Giochi per Imparare l’Inglese (Da Fare a Casa e a Scuola)


*Questo post contiene link affiliati -  In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo.

Giochi in inglese per bambini

Se siete alla ricerca di giochi in inglese per bambini, ma non avete la più pallida idea di dove iniziare, non disperate!

In questo articolo abbiamo pensato per voi a 20 divertenti giochi e attività in inglese che possono essere svolte sia a casa, sia a scuola.

P.s. Non dimenticate di dare un’occhiata anche ai libri in inglese per bambini.

Buona lettura!


1. What’s in the box?

Questo gioco è adatto a bambini di diversa età e la difficoltà può variare a seconda degli oggetti scelti. É l’ideale se si ha intenzione di svolgere un’attività di rinforzo a fine lezione per ripetere i vocaboli appresi. Si tratta un’attività che si può svolgere ovunque, sia in gruppo che in coppia ed è utile a stimolare la sensibilità tattile del bambino.

Di cosa avrete bisogno:

  • Una scatola di cartone
  • Una benda
  • Oggetti vari

Come si gioca:

  • Ogni bambino, a turno e bendato, dovrà mettere la mano all’interno della scatola e cercare di capire di quale oggetto si tratta, dicendo il nome in inglese.

Suggerimenti:

  • Alcune idee di oggetti adatti ai bambini della scuola primaria potrebbero essere: schoolbag, pencil, pen, book, rubber, ruler, pencilcase, chalk, felt pen, ecc.
  • Potete fare questo gioco anche con i frutti
  • In alternativa, potreste dare un’occhiata ad altri giochi da fare in due.

2. Let’s introduce ourselves!

Questo gioco è una delle classiche attività che vengono definite in inglese ice-breaker activities, il cui obiettivo è, per l’appunto, rompere il ghiaccio e conoscersi! É un buon modo per dare il via ad una lezione oppure ad un’animazione, se si tratta di una festa in cui dovrete intrattenere i bambini.

Di cosa avrete bisogno:

  • Una palla colorata oppure un peluche buffo

Come si gioca:

  • I primi a presentarvi sarete voi! La presentazione può variare a seconda del livello (A1, A2, ecc.), ma in linea di massima dovrebbe essere breve e diretta: “Hello everybody! My name is Wisdom (nome di fantasia) and I am 30 years old! I like cats and my favourite colour is blue! What about you?”
  • Una volta terminata la presentazione, sceglierete qualcuno a cui lanciare la palla e quest’ultimo dovrà a sua volta presentarsi, e così via, fino a che tutti non si saranno presentati.

Suggerimenti:

  • La palla va lanciata velocemente in modo tale da rendere il gioco più avvincente e divertente. Le risate sono assicurate perché, inutile dirlo, non tutti hanno una buona mira!
  • In alternativa, guardate anche altri giochi da fare in gruppo e in giardino

3. Dumb charades (with words)

Il mimo è uno dei giochi più classici di sempre e si può adattare a qualsiasi occasione. In base alla difficoltà delle parole scelte, può essere svolto da bambini dai 4 ai 10 anni. É un’attività utile per rafforzare la conoscenza di alcune parole.

Di cosa avrete bisogno:

  • Una scatolina all’interno della quale inserirete i foglietti con le parole da mimare

Come si gioca:

  • Il bambino dovrà pescare un foglietto e cercare di mimare la parola. Chi indovina prende il posto di quest’ultimo.

Suggerimenti:

  • Se i bambini appaiono in difficoltà, descrivete a voce (chiaramente in inglese) le azioni svolte dal bambino impegnato a mimare, in modo tale da elicitare le risposte.
  • Volendo, potreste dare un’occhiata ad altri giochi tranquilli da fare seduti

4. Memory

ll gioco del memory può essere adatto ad un’ampia fascia d’età, a seconda di quante tessere vengono utilizzate e della complessità delle immagini. Questa attività stimola le abilità mnemoniche.

Di cosa avrete bisogno:

  • 40 tessere (20 coppie): potete realizzarle voi, stamparle oppure acquistarle (per esempio questo modello su Amazon potrebbe andare)
  • Le coppie potrebbero essere composte da una tessera con disegno e l’altra con parola (ad es. disegno di un gatto – cat). Per renderlo ancora più semplice, potreste aggiungere la parola cat anche nella tessera del disegno, magari più piccolo.

Come si gioca:

  • Fate sedere i bambini in cerchio e disponete le 40 carte memory al centro, con il dorso coperto. Potete disporle a casaccio oppure ordinatamente.
  • Il primo giocatore capovolge due carte: se le tessere corrispondono (immagine-parola), il giocatore potrà “incassarle” e fare un altro tentativo. In caso contrario, passerà il turno ad un altro bambino.
  • Man mano che il gioco procede, verranno rivelate sempre più carte e i bambini avranno la possibilità di memorizzare le loro posizioni.
  • Vince chi si accaparra più coppie.

5. Word Marathon

Ancora una volta un’attività per ampliare o rinforzare il vocabolario. Si può adattare ad ogni livello e può essere svolta sia a casa che a scuola.

Di cosa avrete bisogno:

  • Fogli
  • Penne

Come si gioca:

  • Scegliete una lettera a caso. I bambini dovranno scrivere quante più parole conoscono con quella lettera.

Suggerimenti:

  • Per rendere il gioco più avvincente potreste dare ai bambini un limite di tempo (60 secondi) e mettere in palio un piccolo premio per il vincitore.
  • Volendo, potreste anche stabilire delle categorie (ad es. nomi, cose, città, ecc.).
  • In alternativa, date un’occhiata ad altri giochi da fare al chiuso

6. What’s the time Mister Wolf?

Questo gioco potrebbe esservi utile se siete alla ricerca di un’attività che permetta ai bambini di esercitarsi a dire l’orario in inglese. Il gioco può essere svolto in giardino oppure anche all’interno, preferibilmente in uno spazio libero da ostacoli. É particolarmente adatto ai bambini di terza o quarta elementare.

Di cosa avrete bisogno:

  • Nulla

Come si gioca:

  • Per iniziare, dovrete scegliere un bambino che interpreti il lupo. Gli altri bambini si metteranno in fila di fronte a quest’ultimo.
  • A turno ogni bambino chiederà al lupo “what’s the time Mister Wolf?”
  • Il lupo risponderà con un orario (it’s ten o’clock, it’s five eleven, it’s a quarter past three, ecc.) oppure con le frasi “it’s dinner time!” o “it’s lunch time”.
  • Dopo aver pronunciato questa frase, tutti inizieranno a correre per sfuggire alle grinfie del lupo. Chi viene catturato da quest’ultimo si trasforma a sua volta nel lupo e… così via!

Suggerimenti:


7. Hangman

…in italiano conosciuto come l’Impiccato. Questo gioco stimola l’apprendimento di parole nuove e invita i bambini a riflettere anche sullo spelling che, come risaputo, in inglese è spesso complicato. A seconda del grado di difficoltà della parola scelta, il gioco può essere adattato ad età diverse, dai 6 ai 10 anni. Si tratta di un’attività utile ed educativa, soprattutto per i bambini che hanno imparato a scrivere da poco.

Di cosa avrete bisogno:

  • Una lavagnetta
  • Un pennarello o gesso
  • Una serie di parole o frasi

Come si gioca:

  • Scegliete una parola e disegnate sulla lavagna tanti trattini quante sono le lettere che la compongono. I bambini, a turno, dovranno proporre una lettera: se la lettera è effettivamente presente nella parola scelta, aggiungetela. In caso contrario, tracciate una linea che andrà a comporre il diagramma dell’impiccato.
  • I bambini hanno la possibilità di sbagliare 9 volte, tante quanti sono i trattini che compongono il diagramma dell’impiccato.

Suggerimenti:

  • Se i bambini appaiono in difficoltà, provate ad aiutarli con qualche sinonimo oppure a svelare la categoria più generica a cui la parola appartiene
  • Se volete rendere il gioco un pochino più complesso, proponete intere frasi invece che parole
  • Se siete alla ricerca di altre attività da fare con i bambini che potrebbero adattarsi alla notte di Halloween, date un’occhiata anche ad altri giochi da fare ad Halloween

8. Random teller

Questo gioco è uno dei più divertenti ed esilaranti e può essere svolto da seduti, sia a casa che a scuola. Stimola la creatività e riesce ad intrattenere i bambini anche per più di mezzora. É un buon modo per esercitare non solo i vocaboli, ma anche la formazione di frasi. In italiano viene chiamato anche gioco della sigaretta o la fisarmonica esilarante. Siamo sicuri che alla fine vi chiederanno di fare il bis! È adatto a bambini dai 7 anni in poi.

Di cosa avrete bisogno:

  • Fogli
  • Penne

Come si gioca:

  • Dite ai giocatori di piegare il foglio a mo’ di fisarmonica
  • Su ogni spazio andrà inserita la risposta alle domande “When”, “Who is it”, “What is she/he doing”, , “Where”, ecc.
  • Chi dirige il gioco, parte con la prima domanda “When”: i bambini scrivono la risposta, piegano la fisarmonica in modo tale da nascondere quello che hanno scritto e passano il foglio al giocatore affianco
  • Chi dirige il gioco passa alla seconda domanda e così via
  • Finite le domande, ogni giocatore srotolerà la fisarmonica e, a turno, leggerà ad alta voce il risultato, spesso assurdo e decisamente esilarante! Es. Every Sunday – the teacher – flies – around the blackboard

Suggerimenti:

  • Più domande farete più la frase risulterà divertente!
  • Date un’occhiata anche ad altri giochi da fare a casa

9. Land, sea, air!

Esistono diverse varianti di questo gioco, ma vi proponiamo quella più dinamica e movimentata! Non avrete bisogno di particolari strumenti ed è adatto a bambini dai 5 ai 7 anni, circa. Può essere svolto sia in casa che in giardino, a patto che ci siano almeno 3 giocatori. Stimola l’attività fisica e il movimento degli arti inferiori. Inoltre permette ai bambini di ripetere i vocaboli riguardanti il regno animale.

Di cosa avrete bisogno:

  • Spazio a sufficienza
  • Una pallina

Come si gioca:

  • Posizionate i bambini in cerchio, uno di loro dovrà stare al centro.
  • Il bambino al centro dovrà lanciare la palla dicendo a scelta “sea”, “land” oppure “air”.
  • Il giocatore che riceve la palla, invece, dovrà nominare il nome di un animale che vive in quell’ambiente.
  • Chi sbaglia animale o perde la pallina esce dal gioco e vince chi rimane da solo!

10. Chinese Whispers

Di nuovo, un gioco estremamente tradizionale e conosciuto in gran parte del mondo che continua a divertire tante generazioni di bambini. Si gioca in gruppo ed è ideale farlo dai 5 anni in poi. Un’attività utile a stimolare le capacità di ascolto.

Di cosa avrete bisogno:

  • Uno spazio minimo per giocare
  • Più partecipanti

Come si gioca:

  • Disponete i bambini in cerchio oppure in fila e decidete chi inizierà.
  • Il primo giocatore bisbiglierà una frase all’orecchio del giocatore che gli sta affianco, che a sua volta la bisbiglierà all’orecchio del vicino, e così via.
  • L’ultimo giocatore dovrà ripetere la frase ad alta voce.

Suggerimenti:

  • Più la frase scelta sarà lunga, complessa e con delle assonanze, più il risultato sarà esilarante e inaspettato! Ad es. “Cooks cook cupcakes quickly” oppure “four furious friends fought for the phone” o ancora “Billy the cat is black but doesn’t bark”

11. Hide and seek

Che dire…uno dei giochi che ha entusiasmato, da sempre, intere generazioni! Può essere svolto da bambini di età variegate, dai 5 ai 10 anni, ed è più divertente se si è in compagnia di tanti amichetti! Si può svolgere a scuola, a casa oppure durante un evento di animazione.

Di cosa avrete bisogno:

  • Spazio a sufficienza

Come si gioca:

  • Si fa la conta per scegliere il bambino che dovrà contare fino a 10 o 20 mentre gli altri si nascondono. Il bambino conterà in inglese a occhi chiusi e di spalle (contro un muro o un albero) e quella postazione prenderà il nome di “den”.
  • Una volta finito di contare, il bambino dirà “ready or not, here I come” e dovrà andare cautamente alla ricerca degli altri.
  • Ogni volta che riuscirà a trovare un giocatore, dovrà correre verso la tana (den), e, toccando la superficie sulla quale si era appoggiato per contare, griderà il nome del bambino trovato “1,2,3 for…”, che verrà momentaneamente eliminato. Solitamente, il primo bambino trovato sarà colui che conterà al turno successivo. Le frasi chiave da utilizzare sono “it’s my turn to count”, “it’s your turn to count” oppure “it’s over to you”.
  • Se uno dei giocatori riesce a raggiungere la tana prima del bambino che conta, dovrà gridare “den” e si salverà!
  • In fine, se l’ultimo bambino riesce a fare tana, griderà “everybody is free”: in questo modo salverà coloro che erano stati trovati e il bambino che ha contato dovrà farlo di nuovo nel turno seguente. 

Suggerimenti:

  • Per rendere il gioco ancora più divertente e creare un po’ di suspense, potreste provare a giocare al buio o con la luce soffusa!

12. Simon says

Questo gioco può essere svolto sia per rompere il ghiaccio all’inizio di una lezione oppure di un evento di animazione, o anche come gioco rilassante in chiusura delle attività. É un ottimo escamotage per ripetere le parti del corpo ed imparare a dare comandi.

Di cosa avrete bisogno:

  • Nulla

Come si gioca:

  • La maestra o l’animatore si posizionano di fronte al gruppo di bambini e iniziano a dare i comandi
  • Se il comando è preceduto dalla frase “Simon says” i bambini dovranno copiare l’azione (ad es. Simon says, hands on your cheeks). Se invece la frase non è preceduta da “Simon says” non dovranno copiare l’azione, pena l’esclusione dal gioco.

Suggerimenti:

  • Cercate di sbizzarrirvi con i comandi per renderli più divertenti e cercate di essere veloci per dare un ritmo sostenuto al gioco. Esempi di comandi potrebbero essere: “Simon says turn around in a circle and sit down” oppure “Simon says clap your hands and touch your nose” o ancora “flap your arms like a bird”, ecc.

13. Word chain

Si tratta di un gioco semplice, tranquillo e stimolante; la fascia d’età consigliata va, in linea di massima, dai 5 ai 10 anni. 

Di cosa avrete bisogno:

  • Un minimo spazio per giocare
  • Un minimo di due giocatori

Come si gioca:

  • Uno dei giocatori inizia scegliendo e pronunciando una parola a piacere e l’altro dovrà dirne un’altra che inizi con l’ultima lettera della precedente.

Suggerimenti:

  • Scrivete le parole su un foglio, quando la catena di parole finirà, potrete osservarla e riflettere su dove questo lungo viaggio di parole vi ha portato! 
  • La catena di parole è uno dei classici giochi che possono essere fatti in macchina nei momenti di noia

14. Puppet theatre

Il teatrino dei burattini è un’arte antica che risale al Cinquecento e dalla quale sono nate le celebri maschere della Commedia dell’Arte. Giocare con i burattini è un buon modo per stimolare la creatività e dare voce al proprio mondo interiore. È un’ottima idea se volete cimentarvi in qualcosa di creativo ed adatto a bambini dai 3 ai 7 anni.

Di cosa avrete bisogno:

Come si gioca:

  • Il teatrino non è un vero e proprio gioco, ma uno spettacolo. A seconda della lunghezza della storia potrete intrattenere i bambini dai 20 ai 40 minuti.

Suggerimenti:

  • Per rendere il teatrino più divertente per i bambini, cercate di dare ai personaggi voci diverse, ma soprattutto buffe. Inoltre, un’ottima idea è quella di coinvolgerli nella storia, magari facendo loro delle domande.
  • Alla fine dello spettacolo chiedete ai bambini di riassumere brevemente la storia e cosa ne pensano dei personaggi, come erano vestiti, cosa dicevano e così via.

15. Can you… game

Questa attività può essere un ottimo modo per imparare ad usare il verbo modale CAN, in particolare a domandare”Can you…?” e rispondere “Yes, I can” “No, I can’t/ I cannot”.

Di cosa avrete bisogno:

  • Nulla

Come si gioca:

  • Il gioco consiste nel chiedere a ogni bambino se è in grado di fare una determinata azione. Se il bambino risponderà affermativamente, dovrà mostrare al resto del gruppo come si fa.

Suggerimenti:

  • Scegliete azioni divertenti, ad es. Can you dance? Can you cross your eyes? Can you stand on one leg? Can you wiggle?
  • Questo gioco è uno dei pochi che può essere svolto anche a distanza, ad esempio in video chiamata o nella chat di whatsapp. Per approfondire, date un’occhiata ad altri giochi da fare su whatsapp

16. Do as I say, not as I do

Questo gioco è un’ottima idea per testare la capacità di ascolto e di attenzione dei bambini. É l’ideale per ripetere le parti del corpo e imparare a dare i comandi. Può essere considerato una sorta di rivisitazione un po’ più complicata di Simon says.

Di cosa avrete bisogno:

  • Nulla

Come si gioca:

  • Posizionatevi davanti ai bambini e spiegate loro chiaramente che questa volta non dovranno copiare le vostre azioni, ma ascoltare con attenzione cosa dite!
  • Quando direte ad es. “touch your knees” vi toccherete i capelli e così via!

Suggerimenti:

  • Fate questa attività subito dopo Simon says e vi renderete conto se i bambini stanno davvero capendo il contenuto dei comandi o stanno solo copiando i movimenti.

17. Lily pad spellings

Questo gioco è un modo divertente per esercitarsi con lo spelling. Può essere svolto sia all’interno che all’esterno ed è adatto ad un’ampia fascia d’età. La difficoltà può variare a seconda delle parole scelte.

Di cosa avrete bisogno:

  • Un cartoncino verde dal quale ritaglierete 26 pezzi a forma di foglia di ninfea
  • Un pennarello con il quale scriverete una lettera su ogni foglia

Come si gioca:

  • Posizionate le foglie di ninfea in ordine casuale per terra e preparate una lista di parole
  • Date a ogni bambino una parola di cui fare lo spelling. Il bambino dovrà posizionarsi sulle lettere giuste man mano che fa lo spelling della parola

Suggerimenti:

  • Per rendere il gioco più coinvolgente, potreste stabilire un limite di tempo (ad es. 30 sec) oppure dare un punto per ogni parola il cui spelling è corretto.
  • A seconda del livello linguistico potete scegliere parole semplici oppure più complesse (knee, watch, jungle, teacher, ecc.)

18. Two truths and a lie

Questo gioco può essere svolto in gruppo oppure in coppia. É un ottimo modo per esercitare la lingua e imparare a parlare di sé.

Di cosa avrete bisogno:

  • Fogli e penne

Come si gioca:

  • Ogni bambino dovrà scrivere sul foglio tre cose che lo riguarda: due di queste saranno vere, una falsa.
  • Ogni bambino dovrà leggere ad alta voce i tre fatti che lo riguardano e gli altri dovranno indovinare quale delle tre è l’informazione falsa.
  • Gli altri bambini avranno l’opportunità di fare delle domande e potranno dedurre dalle risposte se si tratta di verità o menzogna.

19. Shopping list

Questa attività è l’ideale se volete che i bambini ripetano i vocaboli legati allo shopping (cibo, oggetti vari). Può essere svolta a casa oppure a scuola, tenendo presente che più il gruppo è ampio, più è divertente. Inoltre, è anche un buon modo per esercitare l’attenzione e le abilità mnemoniche.

Di cosa avrete bisogno:

  • Nulla

Come si gioca:

  • I bambini si dispongono in cerchio per fare la lista della spesa
  • Il primo inizia con la prima cosa da comprare, ad es. “I’m going to the shop and I need to buy some apples”
  • Il giocatore seguente deve ripetere quello che il compagno ha appena detto ed aggiungere qualcosa, ad es. “I’m going to the shop and I need to buy some apples and toilet paper”, e così via, fino a quando qualcuno non dimentica qualcosa!

20. Last man standing

Questo gioco può essere utile per ripetere una vasta gamma di parole diverse ed è un ottimo espediente per stimolare la memoria e l’attenzione dei bambini. Può essere svolto in gruppo, sia a casa che a scuola.

Di cosa avrete bisogno:

  • Una palla o un peluche

Come si gioca:

  • Prima di tutto, pensate a una categoria (shopping, animali, sport, oggetti, ecc.)
  • Lanciate la palla ad un bambino e quest’ultimo dovrà dire la prima parola che gli viene in mente pensando alla categoria. A sua volta il bambino rilancia la palla a qualcun altro e così via.
  • Chi non riesce a pensare ad una parola viene escluso
  • Vince chi rimane da solo, per l’appunto “the last man standing”

21. What’s the colour?

Se siete alla disperata ricerca di un gioco per intrattenere i bambini, ma al tempo stesso volete ripetere i colori in inglese, forse questo potrebbe fare al caso vostro!

Di cosa avrete bisogno:

Come si gioca:

  • Dividete i bambini in due squadre
  • Disponete le due squadre parallelamente con davanti un cesto pieno di palline colorate. L’animatore legge un indovinello dietro alla cui soluzione si cela un colore.
  • Non appena indovinato il colore, i bambini possono partire: dovranno prendere la pallina di quel determinato colore e portarla nella sacca della loro squadra.
  • Vince chi, alla fine, ha portato più palline del colore giusto nella propria sacca.

Suggerimenti:

  • Ecco alcuni esempi di indovinelli: “Some say you are this color, when you are feeling down. Your eyes might be this color If they’re not green or brown” (BLUE) oppure “A granny smith apple, a head of a broccoli and the inside of a kiwi, what’s the color of these?” (GREEN) Ne trovate altre su questo sito.
  • In alternativa, guardate altri giochi da fare con le palline colorate

Per concludere…

Cari amici, siamo giunti al termine di questa carrellata di giochi per imparare o esercitare l’inglese! Se conoscete altri giochi divertenti e istruttivi che vale la pena includere in questa lista, non esitate a farcelo sapere, contattandoci tramite la pagina contatti. Alla prossima! ❣


Ti Potrebbe Interessare…

giochi da fare a voce

30 Giochi da Fare a Voce Perfetti per Ogni Occasione

Ecco a voi 30 giochi da fare a voce e con la voce per adulti, bambini e ragazzi e che possono essere svolti in due, in tre o in gruppo. Buon Divertimento.

giochi da fare con i pop it

15 Giochi Educativi e Divertenti da fare con i Pop it

In cerca di idee originali? Ecco a voi 15 attività divertenti ed educative da fare con i pop it, i fidget toys che hanno conquistato il web e non solo!

giochi da fare su whatsapp

35 Giochi Troppo Divertenti su WhatsApp | Chat, Stato e Storie

Ecco a voi 35 giochi su WhatsApp da fare quando ci si annoia con amici, ragazzo e ragazza. Potete farli in chat privata, in gruppo, con stato e storie.

giochi da fare in macchina a voce

25 Giochi da Fare in Macchina Durante un Viaggio in Autostrada

Ecco 25 giochi a voce e con le parole da fare quando vi annoiate in macchina. Sono perfetti per bambini ed adulti, in due o più persone. Buon Viaggio!

giochi per imparare le tabelline da stampare

15 Giochi per Studiare le Tabelline Da Stampare Gratis

Ecco a voi 15 giochi per bambini della scuola primaria, perfetti per imparare le tabelline in classe e a scuola: memory, giochi a tempo e molto altro.

giochi da fare in due

40 Giochi Divertenti da Fare in Due (Senza Niente o con Poco)

Ecco 40 giochi da fare in due, a casa o in giardino, ma anche a distanza. Per alcuni non servirà niente, per altri solo carta e penna o una palla. Divertitevi!

Cris Venneri

Sono laureata in Scienze Linguistiche e della Traduzione alla Sapienza di Roma. Sin da piccola sono sempre stata attratta dall'arte e dalla natura. GiocaGiardino è un progetto che nasce da un profondo e radicato interesse verso il mondo dei bambini, della lettura e del gioco, unito all'intento di voler semplificare le scelte delle mamme e dei papà, attraverso una selezione attenta e coscienziosa dei prodotti consigliati. 

Articoli recenti