Come Fare uno Spettacolo dei Burattini | Storie Pronte e Consigli Pratici


Scritto da Paolo Mazzilli ▪ in Animazione per Bambini

Devi realizzare uno show dei burattini? Ecco fantastiche storie pronte, consigli per realizzarne di nuove e tecniche per conquistare i tuoi piccoli spettatori!

teatrino dei burattini

Cari amici, in questo articolo voglio condividere con voi tanti anni di esperienza nel campo dell’animazione per bambini e degli spettacoli dei burattini. Buona Lettura!

1. Cosa sono i Burattini

I Burattini sono dei pupazzi composti da una testa realizzata generalmente in legno o in plastica ed un corpo in stoffa dotato di un’apertura sul fondo, che permette al burattinaio di infilare la mano per dargli vita con i suoi movimenti.

Non bisogna confondere i burattini con le marionette che sono invece dei fantocci che vengono manipolati dal marionettista per mezzo di una serie di fili di refe.

Quando Carlo Collodi scrisse il celebre libro per bambini “Le Avventure di Pinocchio” nel 1883, ebbe un’incredibile svista e chiamò “burattino” quella che in verità era una marionetta. Questa svista, ha generato nel tempo una certa confusione in coloro che non sono del settore, ma, senza dubbio, perdoneremo il celebre scrittore perché consapevoli del capolavoro senza tempo che ci ha donato.

Carlo Collodi - Scritto le Avventure di Pinocchio
Carlo Collodi

2. Quale Teatrino dei Burattini scegliere

Quando si deve realizzare un bello spettacolo dei Burattini, la prima cosa alla quale si deve pensare è quella di procurarsi un Teatrino. Vediamo insieme quali modelli potrebbero fare al caso vostro.

Se volete approfondire l’argomento, potete leggere il mio articolo dedicato ai migliori teatrini per bambini.

2.1 Teatrino dei Burattini in Legno da Montare

Questo tipo di Teatrini hanno generalmente un costo che si aggira tra i 55 ed i 70 Euro.

PRO

  • Molto Solido
  • Rivestito in stoffa allegra e colorata
  • Burattini inclusi
  • Ottima altezza: 120 cm

CONTRO

  • Difficile da portare in giro, dunque sconsigliato per animatori e professionisti del settore

2.2 Teatrino dei Burattini in Legno da Tavolo

PRO

  • Veloce da montare
  • Facile da Trasportare
  • Lo puoi utilizzare ovunque anche dove c’è poco spazio

CONTRO

  • Non adatto ai grandi eventi con più di 15 bambini

2.3 Teatrino Simba

PRO

  • Facile da montare e smontare
  • Facile da Trasportare
  • Bellissime Marionette incluse nel prezzo
  • Ottimo prezzo (guarda prezzo)

CONTRO

  • Se se ne fa un uso intensivo, i tubi di plastica blu tendono a spaccarsi.

2.4 Il Miglior Teatrino dei Burattini per Animatori e Professionisti del Settore

PRO

  • Pronto per l’utilizzo
  • Facile da trasportare
  • Dotato di ante per nascondersi
  • Estetica accattivante

CONTRO

  • Non ci sono

3. Costruire un Teatrino dei Burattini

Come fanno molti animatori e professionisti del settore, potreste anche scegliere di optare per un teatrino fai da te. Ma se non vorrete lasciarlo in cantina dopo appena due feste dovrete crearne uno con queste caratteristiche:

  • Deve essere leggero e facile da trasportare
  • Deve essere “da battaglia”: lo caricherete e scaricherete dalla macchina centinaia di volte e tenderà inevitabilmente a rovinarsi nel tempo.
  • Deve essere stabile e sicuro (non vorrete mica che cada in testa ai bambini in pieno spettacolo!)

Mi ricordo di un’animatrice che si fece costruire dal papà falegname un teatrino in legno davvero bello, con pannelli apribili laterali dotati di cerniere e tutto completamente foderato con stoffa e feltro. Peccato che dopo pochi mesi si rese conto che era davvero inutilizzabile, poiché troppo delicato e pesante da trasportare.

Se proprio volete costruirne uno tutto voi, io consiglio di optare per uno realizzato con i tubi di PVC e stoffa. Sto preparando un tutorial su come realizzarne uno che sarà pubblicato a breve.

4. Quali Burattini Scegliere

E’ importante fare molta attenzione a quali burattini sceglieremo poiché ci sono tanti aspetti che incidono sulla loro capacità di raccontare storie e veicolare emozioni.

4.1 Burattini Simba – I Migliori

Questi Burattini sono quelli che ho più utilizzato negli anni e ci sono molti motivi che giustificano la mia scelta.

C’è da dire innanzitutto che i burattini Simba sono venduti in 2 versioni.

  • Versione 1: Regina, Pagliaccetto, Poliziotto, Coccodrillo
  • Versione 2: Regina, Re, Pagliaccetto, Coccodrillo

In alcune confezioni è possibile trovare anche la strega.

Consiglio caldamente questa marca per i seguenti motivi:

PRO

  • Ottimo Rapporto Qualità/Prezzo
  • Personaggi interessanti e perfetti per costruire qualsiasi Fiaba
  • Colori resistenti e abbastanza definiti

CONTRO

  • Bisogna fare attenzione poiché a volte gli si gira la testa a 360° (inquietante)

4.2 Marionette di Animali

Ci sono state tantissime occasioni in cui alcuni clienti (mamme e papà) mi hanno specificatamente chiesto se avessi un teatrino con delle storie che avessero come protagonisti gli animali della giungla.

Ad un certo punto le richieste sono diventate così frequenti che ho dovuto comprare un set di marionette peluche della Trudi: un leone, una zebra, un porcellino e un gallina. Certo non erano tutti animali della giungla, ma erano davvero belli da vedere.

Se vi piace l’idea delle Marionette Animali avete 3 possibilità:

  • Marionette della Trudi: sono davvero belle, ma inevitabilmente un pochino più costose. Una sola marionetta si aggira sui 20-25 €
  • Marionette della Melissa&Doug: Ho utilizzato queste marionette in molti contesti ed hanno come grande pregio il fatto di essere molto più economiche rispetto a quelle della Trudy. Il risvolto della medaglia è che sono molto meno pelose e “morbidose”. Ad ogni modo un ottimo prodotto.

5. L’importanza del Sistema Audio

Se volete che il vostro spettacolino sia davvero un successo, dovrete permettere ai bambini di poter sentire quello che i personaggi dicono in maniera davvero chiara.

Sarebbe un peccato creare uno spettacolo degno dei Fratelli Ferraiolo che poi sia costantemente messo a repentaglio da fruscii, volume scadente e ritorni continui; e credetemi succede più spesso di quanto voi possiate immaginare. Vi mostro gli strumenti che ho usato io per anni e con i quali mi sono trovato davvero bene.

Behringer Eurolive B205D – Migliore Cassa amplificata portatile

Ho usato questa cassa per quasi 10 anni di Animazione e credo di averne comprate almeno 30-40 per distribuirle agli animatori della mia agenzia; credetemi non ho mai dovuto portarla ad aggiustare (a differenza dei microfoni ad archetto!).

PRO

  • Ottima qualità del suono
  • Leggera e facile da trasportare
  • 3 entrate per Mp3 e Microfono
  • Entrate frontali (fondamentale)

L’unico aspetto sul quale devo veramente invitarvi a prestare attenzione è l’entrata del composito! Sia che usiate questa cassa per i vostri spettacoli, sia che la dobbiate consegnare al vostro team, vi consiglio nella maniera più assoluta di non lasciare mai i cavi attaccati quando riponete la cassa in valigia.

Mi è successo infatti almeno 3-4 volte che il peso di altri accessori abbia spezzato il PIN dell’attacco audio e che sia rimasto incastrato all’interno della cassa.

Se vi succede prima di un evento ci sarà il rischio che arriviate sul posto senza Musica e Audio: un problema non da poco e vi garantisco che non c’è modo di “stappare” l’entrata se non portando la cassa in assistenza! (Per capire meglio il problema guardate l’immagine in basso)

il pin del cavo composito si spezza all'interno dell'entrata

Se vuoi approfondire l’argomento, ti consiglio di leggere il mio articolo dedicato alle migliori casse audio per ogni occasione.

Microfono ad Archetto – Il Migliore?

burattinai con microfono ad archetto

Partiamo da un presupposto importante. Sia che dobbiate realizzare uno spettacolo di Burattini, sia che siate degli animatori per bambini, dimenticatevi i microfoni a gelato!

Questo tipo di microfoni vi terranno costantemente impegnata una mano e, credetemi, durante un evento per bambini, già due mani non vi bastano! Dunque…archetti tutta la vita!

Io ho iniziato con i microfoni ad archetto Sennheiser e, probabilmente, in quasi 10 anni, ne avrò acquistati tra i 40 ed i 50. Senza dubbio, infatti, questa marca è davvero buona e la qualità dell’audio è eccellente.

Il problema è che questo tipo di microfoni, qualsiasi sia la loro marca, sono davvero fragili e, credetemi, vi ritroverete a portarli in assistenza in continuazione. Quando la garanzia finirà vi ritroverete a pagare almeno 30-40 € per ogni riparazione! Penso di aver fatto negli anni la fortuna della Sennheiser!

Ad un certo punto mi sono reso conto che il gioco non valeva la candela e ho iniziato ad acquistare microfoni ad archetto con un costo inferiore ai 100 € (come quelli della EIKON). E’ vero la qualità audio era leggermente inferiore, ma si rompevano esattamente quanto quelli Sennheiser. Dunque il risparmio era assicurato.

PRO

  • Buon rapporto qualità prezzo
  • Attacco audio con molletta (dunque non si stacca durante lo spettacolo)
  • Fino a 30 metri di distanza

Attento al Battery-Pack!

Un grande errore che fanno molti animatori e Burattinai è quello di mettere il battery-pack in tasca durante lo spettacolo.

Questo è davvero un grande errore per i seguenti motivi:

  • Se il battery-pack è in tasca e voi siete chinati, potreste fare pressione con il busto sull’attacco del microfono rischiando di spezzarlo!
  • Il Battery-pack non è facilmente raggiungibile nel caso in cui dobbiate spegnere il microfono da un momento all’altro.
  • Vi potrebbe scivolare dalla tasca, scollegandosi o rompendosi.

Ricordati invece di acquistare sempre una cintura per il microfono che sia elastica e resistente!

6. Una Storia per il tuo Spettacolo

E’ importante scegliere la storia in base al tipo di evento. Se ad esempio avete disposizione 40-45 minuti per il vostro spettacolo, allora potrete proporre delle storie lunghe con trame più o meno intricate.

Ma se invece avete a disposizione 15-20 minuti poiché dovete inserire il vostro teatrino dei burattini all’interno di un evento più grande (come ad esempio una festa di compleanno), allora è importante proporre una storia veloce, d’impatto, ricca di gag e che permetta ai bambini di interagire molto con i personaggi.

Nella mia esperienza, mi sono trovate sempre di più a dover proporre questo genere di storie; è per questo motivo che oggi ve ne propongo una davvero infallibile, che mi ha aiutato a garantire ai bambini tanto divertimento e tante risate.

Ecco a voi la storia della Regina Cattiva.


La Regina Cattiva

  • Durata: 15-20 minuti
  • Personaggi: Regina, Pagliaccetto

Questa storia è molto semplice ed è perfetta per chi è alle prime armi e non è ancora perfettamente in grado di cambiare marionetta durante lo spettacolo.

Vi ricordo che il teatrino deve essere preferibilmente svolto da due animatori; il primo esegue lo spettacolo e il secondo ha il ruolo di controllare che i bambini non si alzino in piedi per sbirciare e fa in modo che vengano ulteriormente coinvolti nello spettacolo.


Animatore: Allora bambini…siete pronti per il teatrino dei burattini?

Bambini: Si!!!

Animatore: Vi va di chiamare i burattini insieme a me??

Bambini: Siii!

Animatore: Allora al mio 3 diciamo tutti insieme “burattini??” – 1…2….3

Bambini ed Animatore insieme: Burattiniiii!!

(i burattini non escono)

Animatore: Bambini, riproviamo al mio 3! 1…2….3!

Animatore e Bambini insieme: “Burattiniiii”

Il burattino esce, ma l’animatore non lo vede.

Animatore: Ma come mai non escono questi burattini?

I bambini a questo punto faranno notare all’animatore che il burattino è uscito fuori, ma non appena l’animatore si gira il burattino si nasconde.

Animatore: Bambini, ma che mi fate gli scherzetti? Io non vedo nessun burattino qui!

Ripetete questa Gag almeno 3 volte, vedrete che i bambini si divertiranno davvero molto. Finita la gag finalmente l’animatore riesce a vedere il pagliaccetto.

Pagliaccetto (Piangendo): Sono così triste….tanto tristeeee!

Animatore: Perchè sei triste Pagliaccetto!

Pagliaccetto: Perchè la Regina si è messa in testa che vuole fare la maestra e ha costretto tutti coloro che vivono nel castello a diventare i suoi alunni.

Animatore: Beh, cosa c’è di male! E’ tanto bello imparare!

Pagliaccetto! Si, certo! sarebbe bello imparare, ma la Regina è una maestra cattiva e mette sempre tutti in castigo!!

Animatore: Ma davvero? E invece com’è la vostra maestra bambini? Buona o cattiva?

(I bambini rispondono)

Pagliaccetto: Vi prego aiutatemi a risolvere questo grandissimo problema!

Animatore: E come ti possiamo aiutare Pagliaccetto?

Pagliaccetto: Vi prego aiutatemi a metterle in testa che ormai è troppo vecchietta per fare la maestra, così abbondonerà questa malsana idea!

Animatore: E come possiamo fare?

Pagliaccetto: Le faremo uno scherzetto! Quando entrerà in aula, inizierà la sua solita lezione di matematica e vi chiederà come sempre quanto fa UNO + UNO e voi gli risponderete BUE. A quel punto lei si arrabbierà molto e voi gli direte che ha sentito male perché avevate detto DUE. In questo modo penserà di essere diventata sorda! ihihih (il pagliaccetto ride)

Dopodiché vi chiederà quanto fa DUE + DUE e voi le risponderete GATTO. A quel punto si arrabbierà di nuovo e voi le direte che avete detto QUATTRO. Ancora una volta penserà di esser diventata sorda.

A questo punto vi chiederà quanto fa QUATTRO + QUATTRO e voi gli risponderete BOTTO. Questa volta, quando si arrabbierà le assicurerete ancora una volta di aver detto OTTO.

Animatore: Allora riepiloghiamo bambini! Quanto fa 1+1?

Bambini: Bue

Animatore: E quanto fa 2 + 2?

Bambini: Gatto!

Animatore: e invece 4 + 4?

Bambini: Botto!

Pagliaccetto: Ma siete bravissimi! Allora io vado! mi raccomando!

Entra la Regina cattiva:

Regina: Buongiorno bambini!!

Bambini: Buongiornooo!

Regina: Ora iniziamo la nostra lezione di Matematica! Mi sapete dire quanto fa 1 + 1??

Bambini: BUE!

Regina: Ma cosa state dicendo!! Ma vi siete impazziti!!

Animatore: No signora Maestra, noi abbiamo detto DUE!! Vero bambini?

Bambini: Siii!

Regina: mmm, strano…avrei giurato di aver sentito BUE! Forse sto diventando un po’ sorda. Allora, procediamo! Quanto fa allora 2 + 2?

Bambini: GATTO!

Regina: Ma cosa state dicendo bambini!! 2 + 2 fa quattro, non gatto!

Animatore: E’ quello che abbiano noi! Abbiamo detto QUATTRO signora Maestra!

Regina: Ah davvero?? Mi sembrava proprio di aver sentito GATTO! Sto proprio diventando sorda! Allora procediamo! Quanto fa 4 + 4?

Bambini: BOTTO!

Regina: Ma cosa state dicendo bambini! 4 + 4 fa 8 e non botto!!

Animatore: E’ quello che abbiamo detto noi signora Maestra! vero bambini?

Bambini: Siii!

Regina: Mah, è davvero strano! Anche questa volta avrei giurato di aver sentito BOTTO! Allora bambini aspettatemi qui, vado un attimo dal dottore per farmi visitare queste orecchie che oggi proprio sembrano non funzionare!

(La Regina esce ed entra il Pagliaccetto)

Pagliaccetto: Bambini siete stati bravissimi!!! La Regina crede veramente di essere diventata un po’ vecchietta! Ma adesso mi aiutate a fare un altro scherzo alla Maestra??

Bambini: Siii!

Pagliaccetto: Perfetto! Ascoltatemi bene! Quando la maestra rientrerà vi dirà che il dottore le ha detto che è perfettamente sana ed inizierà a scrivere degli esercizi sulla lavagna. Non appena si girerà e non vi potrà più vedere voi le farete tutti insieme una super-mega pernacchia! Che ve ne pare?

Bambini: Siii!!

Pagliaccetto: Ma mi raccomando! Non vi fate vedere! Facciamo una prova!

(il pagliaccetto si gira e fa finta di scrivere alla lavagna canticchiando)

Bambini: I bambini fanno una grandissima pernacchia e si fermano immediatamente appena la Regina si gira.

Regina: Come vi permettete a farmi una pernacchia! Io sono la Regina!!

Animatore: Noi non abbiamo fatto niente…vero bambini??

Bambini: Siii!

Ripeterete questa gag più volte e la maestra si girerà verso i bambini in maniera sempre più veloce ed incalzante!

Regina: Siete voi che state facendo tante pernacchie?

Bambini: Nooo!

Regina: Allora vuol dire proprio che sono diventata un po’ vecchietta e non possono più fare la maestra! Addio bambini! torno a fare la Regina a tempo pieno.

(La regina esce ed entra il pagliaccetto)

Pagliaccetto: Bravissimi bambini!!! La Regina finalmente ha cambiato idea e non farà mai più la maestra! Grazie!!

(i bambini applaudono)

Fine della Storia


7. Recitazione e Comunicazione

Se volete realizzare uno Spettacolo dei Burattini davvero divertente e che intrattenga bambini ed adulti, non vi basterà imparare a memoria una storia e ripeterla a pappagallo; dovrete invece trasformarvi in dei veri e propri attori.

Prima di tutto vi consiglio di leggere il capitolo di questo articolo in cui spiego come comunicare con i bambini (Teorie e Tecniche avanzate); non riguarda in modo specifico il mondo dei burattini, ma sono sicuro vi sarà comunque molto utile.

C’è da dire che solitamente tanti grandi burattinai sono nati proprio come animatori per bambini. Se è un percorso che vi potrebbe interessare vi consiglio di leggere il mio articolo in cui vi spiego come diventare animatori per bambini.

Ecco 5 consigli per realizzare un spettacolo da 10 e Lode!

7.1 Assegna ad ogni personaggio una Voce Diversa e particolare

Per rendere una storia credibile è importante che ogni personaggio abbia una voce diversa e caratteristica. Questi sono gli elementi che dovrete differenziare in ogni personaggio:

  • Tono della Voce: Maschile, Femminile, Squillante, Giovane, anziano, Minaccioso, Triste, Insicuro ecc..
  • Volume della Voce
  • Accenti: Caratterizzate i vostri personaggi cambiando le loro origini di provenienza e dunque il loro accento
  • Dislalie: Sono i difetti di pronuncia che vengono generalmente chiamati zeppola ed R moscia.

7.2 Muovi il Burattino senza mai fermarti

Mentre un essere umano può rimanere quasi fermo senza che nessuno pensi che è improvvisamente “venuto a mancare”, i burattini hanno bisogno di vita continua.

E’ fondamentale dunque continuare a muoverli anche quando la battuta spetta ad un altro personaggio, all’animatore o ai bambini.

Quando un burattino non parla, dunque, può annuire con la testa per mostrare che sta seguendo quello che gli altri personaggi stanno dicendo o mostrare le proprie emozioni muovendo braccia e corpo. Questo piccolo dettaglio renderà il vostro spettacolo molto più credibile.

7.3 Muovi il burattino a tempo con ciò che stai dicendo

Ricordatevi che i burattini non sono dotati di espressioni facciali e toccherà al corpo (testa, braccia e busto) sopperire a questa importante mancanza.

Per fare questo è importante che parole e movimenti si supportino in maniera costante, proprio come fa un attore di Cinema o di Teatro.

Ricordatevi che in alcuni momenti i burattini si muoveranno piano ed in altri momenti in modo veloce e scattoso; questo dipende dalle loro emozioni e da quello che stanno comunicando.

8. Fonti di ispirazione

Come in tutti i campi, se volete realizzare un bello spettacolo dei burattini è importante guardare chi ha più esperienza di voi e trarre ispirazione.

8.1 Teatrino dei Burattini del Gianicolo

Questo teatrino dei burattini è uno dei più famosi in Italia ed è nato grazie al genio di Carlo Piantadosi , scomparso ormai nel 2012.

Il teatrino consiste in una casetta di legno di colore verde, molto alta e chiusa su tutti i lati; Il Teatrino è dotato di un buon sistema di amplificazione che permette a più bambini di seguire lo spettacolo senza problemi.

Vi consiglio di vedere qualche video (come quello che vi posto qui sotto) per trarre ispirazione della sue storie e dal suo modo di muovere i burattini.

8.2 Teatro dei Burattini dei Fratelli Ferraiolo

La tradizione dei Fratelli Ferraiolo inizia nei primi anni del ‘900, quando Pasquale Ferraiolo iniziò a farsi conoscere come uno dei più bravi Burattinai di Napoli.

Questo teatrino è quello che meglio rappresenta la tradizione Napoletana, con storie davvero divertenti e che hanno come protagoniste le maschere della Commedia dell’Arte, come Pulcinella ed Arlecchino.

Guardatevi questo spettacolo per rimanere a bocca aperta!

9. Conclusioni

Spero che questo articolo vi abbia aiutato ad entrare nel mondo dei Burattini e vi abbia insegnato qualcosa di buono. Se avete delle domande, potete inviarmi un messaggio per mezzo del modulo contatti!

In bocca al lupo per il vostro spettacolo!


Ti Potrebbe interessare…


come fare uno spettacolo di magia

Come Fare uno Spettacolo di Magia | Trucchi, Tutorial e Segreti

Volete creare uno spettacolo di Magia per adulti o per Bambini? Qui vi spiego come imparare la Micro-Magia e come trasformarla in un lavoro a tempo pieno. Buona Lettura!

Paolo Mazzilli

Ciao sono Paolo, Blogger ed esperto SEO, con grande esperienza nel settore dell'organizzazione di eventi per bambini. Da alcuni anni mi sono appassionato in giochi per bambini di ogni tipo, ma con una maggiore attenzione per quelli "out-door". La mia missione è aiutare mamme e papà a trovare giochi ed attività divertenti e sicure per i loro bimbi!

Recent Content