I 20 Libri Più Consigliati per Bambini di 4 anni


*Questo post contiene link affiliati -  In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo.

Foto di 2 bambini di 4 anni che leggono insieme

Scopri subito i 20 titoli più belli per bambini e bambine di 4 anni: favole, libri didattici, sulle emozioni, Montessori e da colorare!

Come scegliere il libro giusto per un bambino o una bambina di 4 anni? Prima di tutto, è bene fare qualche considerazione sulle trasformazioni psico-motorie che si verificano a questa età.

Lo sviluppo cognitivo dei bambini di 4 anni è abbastanza avanzato per poter iniziare ad introdurre alcuni concetti di base che poi i bambini affronteranno nel dettaglio a scuola. I libri didattici ed educativi sono utili per iniziare a distinguere i numeri e le lettere maiuscole.

Lo sviluppo emotivo e sociale è un’altra importante componente: socializzando, i bambini vengono in contatto con il diverso da sé e iniziano a mettere in discussione l’autorità dei genitori, tastando i limiti della loro indipendenza. É per questo che gli albi illustrati che parlano delle emozioni e le favole sono particolarmente utili.

In fine, i libri da colorare e le attività Montessori sono un ottimo spunto per incoraggiare lo sviluppo della manualità e della motricità fine.

Se desiderate approfondire e avere qualche suggerimento in più, vi consigliamo di consultare la nostra Guida.


Libri Didattici e da Colorare

1. Impariamo a tracciare, June & Lucy Editore

Questo libro di 90 pagine è l’ideale per iniziare a fare pratica con le lettere maiuscole dell’alfabeto. Il libro procede gradualmente, partendo dall’incoraggiare i bambini a tracciare prima le linee e le forme e solo dopo le lettere. Il libro è dotato di copertina flessibile e all’interno non sono presenti illustrazioni troppo invadenti che potrebbero distrarre i bambini. Un modo costruttivo per intrattenere i bambini di 4 anni nei momenti di noia.

2. Uso della penna. Disegno e cancello, Edizioni Usborne

Prima ancora di imparare a scrivere le lettere dell’alfabeto, i bambini in età prescolare devono imparare ad impugnare ed usare correttamente la penna e questo libro, con le pagine riscrivibili, sarà proprio adatto a questo compito. Il libro include un pennarello facilmente cancellabile, che non lascia nessuna traccia, così da potersi esercitare tutte le volte che si vuole. All’interno i bambini troveranno diverse attività interessanti: unire i puntini, labirinti, trovare le differenze, completare i disegni e tanto altro.

3. Libro Prescolare 3-6 anni XXXL: Pronti per la Scuola, Gabriella Conte

Questo maxi libro insegnerà ai bambini a tracciare le righe, i numeri e le lettere, oltre a divertirli e intrattenerli con tanti disegni da colorare. Tutti gli argomenti sono organizzati in modo tale da far leva sulla curiosità dei più piccoli, coinvolgendoli nel processo di apprendimento. Il libro si basa sugli insegnamenti di Maria Montessori, secondo i quali i bambini apprendono più in fretta ed efficacemente attraverso il gioco.

4. Scopro, creo, progetto a… 4 anni. Ediz. illustrata, Giunti Editore

Questo albo illustrato (96 pagine) è un ottimo strumento per permettere ai bambini di affinare le loro abilità grafiche e manuali, nonché la motricità fine, ovvero i piccoli movimenti delle mani e delle dita. Al contrario di molti libri prescolari, non include solo attività per imparare a tracciare, ma anche colorare, disegnare, ritagliare e incollare! In alternativa potresti dare un’occhiata ad alcune idee regalo per bambini creativi.

5. Libro Prescolare 3-6 Anni: 175 Pagine di Giochi Educativi, Maestra Emma

L’obiettivo dell’autrice di questo libro è quello di aiutare i bambini a sviluppare le capacità logico-cognitive e deduttive già in tenera età, così da avere una marcia in più sia nello studio, sia nella vita quotidiana. 175 pagine ricche di attività stimolanti: tracciare le linee, le lettere e i numeri, labirinti, unisci i puntini, trova le differenze e alcuni esercizi per imparare l’inglese.

6. Il libro dei Perché. Con adesivi. Ediz. illustrata 

La cosiddetta fase dei perché ha inizio intorno ai 2/3 anni, ma arriva al suo culmine di pari passo con lo sviluppo del linguaggio, intorno ai 4 anni. I bambini iniziano così ad essere particolarmente attratti e incuriositi dal mondo che li circonda, tanto che cominciano a chiedersi il perché di quello o di quell’altro. Non di rado le domande sono così complesse che i genitori si ritrovano in difficoltà. Questo volume IdeAli Editore risponderà a 180 domande che (forse) sazieranno la fame di curiosità dei più piccoli! Include anche giochi e adesivi.


Libri sulle Emozioni

1. I colori delle emozioni. Ediz. illustrata (pop-up), Gribaudo Editore

A volte i concetti di rabbia o tristezza potrebbero essere ancora troppo astratti per i bambini di 4 anni ed è dunque una buona idea associare ciascuno di essi ad un diverso colore. Ed è proprio quello che fa questo libricino, che con le dolcissime illustrazioni a colori di Anna Llennas, che descrive l’allegria, la tristezza, la rabbia, la paura e la calma, in maniera molto chiara e divertente. In più, il libro propone il concetto molto interessante di “mettere in ordine le emozioni“, raffigurandole all’interno di barattoli di vetro perfettamente organizzati su una mensola in legno. Un libro istruttivo, in grado di insegnare ed emozionare anche gli adulti.

2. Il linguaggio delle emozioni. 48 storie per sviluppare l’intelligenza emotiva, Gribaudo Editore

Questo albo illustrato sulle emozioni fa parte della linea editoriale “Quid+” e si ispira agli studi di Reuven Feuerstein, un psicopedagogista israeliano che ha messo a punto un metodo per sviluppare l’intelligenza. Quest’ultima viene descritta come la propensione dell’organismo a modificarsi di fronte agli stimoli, invece che come una caratteristica che può essere ereditata geneticamente e quindi immutabile. Il libro mostrerà ai bambini 48 sfumature diverse di emozioni e permetterà loro di conoscere meglio il proprio mondo interiore e quello altrui. Include anche una guida dedicata ai genitori, con l’obiettivo di fornire loro una maggiore consapevolezza sulle capacità di apprendimento dei bambini.

3. Che Rabbia, M. D’Allancé (28 Pagine)

Roberto è un bimbo di 5 anni che ha passato una brutta giornata e, una volta tornato a casa, inizia a fare capricci, risponde male al papà e si rifiuta di mangiare gli spinaci. Improvvisamente, quella rabbia che sente dentro si materializza in una grande nuvola rossa che può guardare e con la quale ci si può confrontare. Questo libro, con le sue belle illustrazioni a colori e la sua semplice storia, può esser visto come una prima piccola lezione di spiritualità per bambini, che insegna loro a non identificarsi con le emozioni, ma ad osservarle da un nuovo punto di vista. Il libro è disponibile anche nella versione con i simboli WLS (Guardalo su Amazon), che fanno parte della CAA (Comunicazione Aumentativa e Alternativa), che hanno l’obiettivo di aiutare i bambini con difficoltà di apprendimento.

4. A volte mi sento… inondare di emozioni. Ediz. a colori, Edises

“Molte volte mi sento un sole che brilla di felicità, altre volte mi sento una nuvola che si gonfia di tristezza…”, così, Francesca de Robertis, l’autrice, descrive alcune delle emozioni presenti in questo breve ma intenso viaggio all’interno dell’emotività. Imparare a dare un nome alle emozioni è importante per i bambini perché più è ampio il loro linguaggio, più sono in grado di descrivere e gestire ciò che sentono.

5. Una timidezza da orso. Ediz. a colori, Sassi Editore

La timidezza non è un difetto, ma un tratto del carattere che, generalmente, appartiene alle persone introverse. Talvolta è addirittura una qualità: le persone timide sanno ascoltare di più, sono affidabili e molto spesso dotate di grande creatività. Secondo la dott.ssa Simona Lauri è bene non dare troppo peso a questo aspetto del carattere, etichettando il bambino come “timido”, ma invece incoraggiarlo ad accettarlo. Questo libro potrebbe essere un buon modo per parlare serenamente insieme al bambino di questo aspetto del suo temperamento: un orso con la paura di parlare con gli amici un giorno decide di andare alla ricerca della sua timidezza; alla fine di questa ricerca scopre che la timidezza è solo una parte del suo carattere, perché oltre a questa emozione c’è ben altro.


Libri di Fiabe e Favole

1. Il grande libro delle fiabe e storie. Ediz. Illustrata, Dami Editore

Quello della fiaba è un genere letterario antichissimo che affonda le sue radici nella tradizione popolare. Tramite i personaggi, i bambini fanno esperienza del bene e del male, imparando così a gestire le loro emozioni; con il lieto fine, invece, imparano a nutrire la speranza di riuscire a superare le difficoltà. É per questo che un libro di fiabe è sempre un regalo molto apprezzato. Quest’antologia è composta da una copertina rigida dall’effetto anticato e contiene tante fiabe classiche illustrate dal celebre illustratore Tony Wolf (Antonio Lupatelli). Più di 400 pagine per sognare e imparare.

2. Il grande libro del bosco, Dami Editore

Il bosco è, da sempre, il luogo prediletto della fiaba, dove i personaggi si perdono e si ritrovano. Magia, mistero e avventura: la natura selvaggia appare sullo sfondo delle vicende e acquisisce un significato simbolico: solo smarrendosi al suo interno è possibile trovare una via d’uscita. Similmente al volume precedente, questo libro di fiabe è rilegato minuziosamente, tanto da sembrare prezioso e da collezione. In questo volume non troverete le classiche storie trite e ritrite, ma insolite avventure degli animali del bosco, degli gnomi e delle fate. Anche qui le illustrazioni sono a cura di Tony Wolf (Antonio Lupatelli).

3. Le fiabe dei fratelli Grimm. Ediz. Illustrata, Tashen

Hänsel e Gretel, Cenerentola, Il principe ranocchio, Cappuccetto Rosso e Biancaneve sono solo alcune delle storie nate dal genio dei fratelli Grimm. Storie senza tempo, in grado di trasportarci in un mondo magico, a qualunque età ci si appresti a leggerle. Inutile dire che le favole non sono solo un buon modo per far addormentare i bambini, ma anche una vera risorsa educativa attraverso cui comprendono i valori essenziali, sviluppano il pensiero critico e la resilienza emotiva. Per approfondire sulle ragioni dell’importanza di leggere le fiabe, date un’occhiata all’articolo dello psicologo Vincenzo Capuano.

4. Le favole di Esopo. Ediz. Illustrata, Usborne Publishing

Esopo è considerato l’iniziatore della favola come genere letterario scritto e la sua raccolta di favole morali risale al VI secolo a.C.. Le favole di Esopo sono solitamente brevi e narrano di personaggi che molto spesso sono animali personificati. Ogni componimento si conclude con una morale che ha l’obiettivo di educare i bambini all’onestà, alla giustizia e al rispetto per gli altri. Questo volume raccoglie 30 favole, tra le più conosciute: “La volpe e l’uva”, “La cicala e la formica”, “Al lupo! Al lupo!”, “La lepre e la tartaruga”. 272 pagine ben rilegate, dotate di segnalibro incorporato. L’unica pecca, secondo alcuni, è il fatto che non ci siano tante illustrazioni.

5. Fiabe sonore. A mille ce n’è… Le storie più belle da leggere e ascoltare. Ediz. illustrata. 

Questa nuova edizione delle fiabe sonore di Fabbri Editore propone le storie più amate nella registrazione originale degli anni Settanta. I 2 cd sono corredati da un volume ricco di illustrazioni dell’epoca. Inizialmente queste fiabe furono pre-registrate su dischi a 45 giri, per poi essere commercializzate anche in altri formati. Vennero narrate da Silverio Pisu, con la collaborazione di altri attori, sceneggiatori e illustratori professionisti, mentre le musiche furono composte da Vittorio Paltrinieri.

6. Le più belle storie di Natale dal mondo, Gribaudo Editore

Questo albo illustrato di fiabe e racconti di Natale è l’ideale se siete alla ricerca di storie originali che possano intrattenere e far conoscere meglio al vostro bambino alcuni personaggi della tradizione natalizia nostrana, ma anche appartenenti a tradizioni diverse dalla nostra, come Rudolph la renna (America) oppure la Signora Neve (Germania). Un viaggio nella magia delle leggende natalizie dal mondo. In alternativa, dai un’occhiata ad altri libri di Natale per bambini.


Libri per Bambini 4 anni Montessori

1. Il mio primo libro degli animali del bosco. Con adesivi.

Il metodo Montessori mette al centro la spontaneità del bambino, lasciandolo libero di esprimersi, pur sempre in un ambiente guidato. Un ruolo importante è quello della natura, che rappresenta per il bambino un’occasione di sviluppo delle competenze emotive e cognitive. Le attività presenti in questo volume sono strutturate secondo i principi del metodo Montessori e hanno come fine ultimo quello di affinare le capacità cognitive e far conoscere ai bambini gli animali del bosco. Le attività non sono collegate tra loro: in questo modo il bambino sarà libero di curiosare tra le schede e scegliere quella che lo incuriosisce di più. All’interno troverete giochi di esplorazione visiva e attenzione selettiva, riconoscimento delle forme, ampliamento del vocabolario e consapevolezza motoria.

2. Il mio cofanetto Montessori del corpo umano, L’Ippocampo Ragazzi

Il corpo umano e il suo complesso funzionamento è uno degli argomenti che più incuriosiscono e stimolano la curiosità dei bambini. Questo cofanetto è un buon modo per iniziare a spiegare loro come siamo fatti e come si chiamano i nostri organi. Le attività sono ispirate alla pedagogia Montessori: i bambini dovranno abbinare le carte-immagine mute al nome di ogni organo, completare il poster con lo scheletro con i vari organi in pannolenci e leggere le descrizioni dei vari apparati e sistemi con l’aiuto di mamma e papà. In alternativa, potreste dare un’occhiata ad altri regali per bambini di 4 anni.

3. Mamma, cucino da solo! Preparare dolci deliziosi in autonomia secondo il metodo Montessori. Ediz. illustrata

Come abbiamo accennato nei capitoli precedenti, uno dei punti cardine della filosofia montessoriana è lasciare il bambino libero di sperimentare autonomamente, senza l’aiuto dei genitori. Fare da soli aiuta i bambini a crescere ed è un ottimo modo per aumentare l’autostima e la fiducia in se stessi. Facendo da soli i bambini si confrontano con gli ostacoli e affinano le loro capacità di problem solving. Seguendo i principi del metodo Montessori, questo libro-laboratorio consente al bambino di realizzare un dolce in completa autonomia, una simpatica attività da fare in casa nei pomeriggi di noia.

4. Emy e i girasoli. Le mie prime storie Montessori L’Ippocampo Ragazzi

Maria Montessori, nel suo primo libro “Il metodo della pedagogia scientifica applicato nelle Case dei Bambini”, pubblicato nel 1909, ha dedicato un intero capitolo a “La natura nell’educazione”, considerandola uno degli elementi più importanti nello sviluppo dei bambini e nella realtà scolastica. In questa storia Emy bacia e balla con il suo girasole che poco dopo perde i suoi petali. La sorellina Liv, le dice però di non disperare, perché potrà usare i suoi semini per piantarne un altro. Questo libro, con le sue belle illustrazioni e i primi spunti di botanica, è un ottimo modo per far crescere nei bambini di 4 anni un primo amore per i fiori e per il verde.

5. L’uccellino Ferito, È. Herrmann, R. Rocchi

Le protagoniste di questa storia sono due sorelline, Emy e Liv che, mentre stanno disegnando davanti alla finestra, sentono un tonfo e si rendono conto che un uccellino ha colpito il vetro, rimanendo ferito. Le due sorelline decidono così di curarlo. Come abbiamo visto in “Emy e i girasoli“, anche questa storia mette l’accento sull’importanza di prendersi cura di qualcosa o di qualcuno, come chiave di volta per crescere in maniera sana e felice. E questo ricorda uno dei più grandi insegnamenti che Antoine De Saint-Exupéry ci aveva lasciato con il suo Piccolo Principe: qualcosa diventa davvero speciale solo quando ce ne prendiamo cura e gli diamo amore (guarda 10 motivi per leggere Il Piccolo Principe). Un libro con la copertina rigida e tante illustrazioni delicate e sobrie che i bimbi ameranno.

Non hai trovato quello che cercavi? Dai un’occhiata ai libri per bambini di 3 anni oppure ai libri per bambini di 5 anni.


I Bambini di 4 anni e la Lettura | Consigli e Suggerimenti

Secondo Eleonora Mangano, psicologa, leggere ai bambini è una vera e propria pratica educativa che permette al bambino di sintonizzarsi sull’ascolto attivo. Ascoltare una storia letta ad alta voce implica un certo sforzo di focalizzazione dell’attenzione: è proprio in questo modo che i bambini allenano la loro capacità di ascolto e concentrazione.

La lettura è anche un’esperienza creativa, perché, leggendo, sia i bambini sia gli adulti vengono catapultati in un mondo fantastico, lontano dal solito modo di raccontarsi scontato e ripetitivo.

Oltre a permettere lo sviluppo dell’immaginazione, la lettura ad alta voce aiuta i bambini ad arricchire il vocabolario: questo permetterà loro di avere una marcia in più non solo a scuola, ma anche nella vita, perché riusciranno ad esprimersi e a comunicare le proprie idee in modo puntuale e con facilità, in qualsiasi situazione.

In fine, leggere un libro insieme ai propri bambini è un’attività stimolante che rafforza il rapporto genitore-figlio, creando nuovi spunti di riflessione e comunicazione.

Prima di scegliere un libro per bambini e bambine di 4 anni, sarà bene soffermarsi sulle trasformazioni psico-motorie che si verificano a questa età, così da poter scegliere un testo in linea con le loro abilità.

Solitamente, lo sviluppo viene suddiviso in specifici ambiti, come le capacità motorie, i movimenti fini, il linguaggio, la cognizione e lo sviluppo socio/emotivo.

1. Linguaggio e Fase dei perché

A 4 anni i bambini iniziano ad esprimersi abbastanza chiaramente, tanto da farsi comprendere anche da estranei. In linea di massima usano frasi di 5 o 6 parole e sanno descrivere bene qualcosa che è accaduto. Nasce in loro una grande curiosità nei confronti del mondo esterno ed è per questo che non possono fare a meno di chiedere il perché di questo o di quell’altro. In questa fase è bene che i genitori siano pronti a rispondere anche a domande più complesse, per esempio “perché il cielo è blu?”: è per questo che il libro educativo sui perché che abbiamo inserito nella prima categoria potrebbe essere una buona idea.

2. Le emozioni e la socialità

Lo sviluppo emotivo e sociale è una componente importante nella crescita di un bambino e può avvenire correttamente solo se ha modo di sperimentare e relazionarsi con una certa frequenza con i suoi pari. L’ideale sarebbe avere tanti amichetti e addirittura un amico del cuore. In questo modo i bambini potranno sperimentare nuovi modi di fare, valori e opinioni diverse dalle proprie e magari iniziare a comprendere come gestire i conflitti e le emozioni.

Nel capitolo Libri sulle emozioni potrete dare un’occhiata a diversi libri che aiuteranno i bambini a razionalizzare alcuni sentimenti ed emozioni, dando loro un nome e magari associandoli ad un colore. Imparare a riflettere e descrivere le proprie emozioni è un ottimo modo per imparare anche a gestirle, non solo durante l’infanzia, ma anche nell’età adulta.

Un’altra componente essenziale per saper gestire al meglio i rapporti sociali è l’empatia, ovvero la capacità di sapersi distaccare dalle proprie necessità e mettersi nei panni degli altri. Questa capacità viene egregiamente esercitata dai bambini quando giocano a “fare finta che”, per esempio al gioco del dottore. Mettendosi nei panni degli altri si sperimentano nuovi modi di vedere la realtà e la mente si apre.

Un processo simile viene messo in atto anche con la lettura delle fiabe e delle favole: i bambini si immedesimano nei personaggi e sperimentano nuove emozioni. Nella sezione Libri di fiabe e favole potrete trovare i più grandi classici che hanno fatto la storia, ricchi di insegnamenti e valori universali.

3. La motricità fine e il Pregrafismo

A 4 anni le abilità manuali sono abbastanza sviluppate da permettere al bambino di scrivere e disegnare, tracciare e copiare linee geometriche, usare pennelli, forbici e manipolare altri materiali, come l’argilla. É per questo che si tratta di un buon momento per introdurre attività di pregrafismo o prescrittura che permetteranno ai bambini di arrivare alla scuola primaria già con alcune basi. I libri didattici, che vi abbiamo presentato nel primo capitolo, offrono diverse attività che permettono ai bambini di affinare ancora di più le loro abilità grafiche: solitamente si parte dalla ricopiatura di linee e forme, per poi passare alle lettere maiuscole e ai numeri.

4. L’indipendenza

All’età di 4 anni i bambini diventano sempre più indipendenti e sentono il bisogno di voler fare da soli per sperimentare e imparare a conoscere il loro limiti. Incoraggiare la loro l’indipendenza e libertà non significa certamente abbandonarli a loro stessi, ma semplicemente lasciarli liberi di scegliere all’interno di un percorso educativo guidato. Fare da soli aiuta i bambini a contare su se stessi e le loro forze, ed ha come effetto un vero e proprio rafforzamento della loro autostima. Al fine di aiutare il bambino in questo percorso di graduale autonomia, sarebbe opportuno scegliere attività che si basino sulla pedagogia montessoriana, il cui fulcro è proprio l’autonomia e, a questo proposito, vi consigliamo di dare un’occhiata alla sezione dedicata ai libri ispirati al metodo Montessori.


Conclusioni

Cari amici, siamo giunti al termine di questo viaggio nel mondo dei libri per bambini di 4 anni! Per ulteriori consigli, informazioni, richieste di collaborazione o eventuali imprecisioni, inviateci un messaggio per mezzo della pagina contatti. Alla prossima!

Cris Venneri

Sono laureata in Scienze Linguistiche e della Traduzione alla Sapienza di Roma. Sin da piccola sono sempre stata attratta dall'arte e dalla natura. GiocaGiardino è un progetto che nasce da un profondo e radicato interesse verso il mondo dei bambini, della lettura e del gioco, unito all'intento di voler semplificare le scelte delle mamme e dei papà, attraverso una selezione attenta e coscienziosa dei prodotti consigliati. 

Articoli recenti