6 Consigli Utili per Spiegare il Natale ai Bambini


*Questo post contiene link affiliati -  In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo.

Come spiegare il Natale ai bambini

Ebbene sì, il 25 dicembre si avvicina e state cercando di prepararvi alle domande curiose dei più piccoli – del tipo “Cosa significa Natale?”, “perché Babbo Natale è rosso?“, “perché si fanno i regali?” “perché a Natale si mettono le luci?“.

Con il Natale si celebra la nascita di Gesù, che, secondo la religione cristiana, è il figlio di Dio. I bambini, soprattutto quelli che non hanno ancora iniziato il catechismo, potrebbero fare fatica a comprendere del tutto il significato di questa festività, ma non disperate perché abbiamo pensato noi a sei consigli utili che vi potranno aiutare nell’impresa.

Qualora non siate credenti, andate direttamente al consiglio n. 4: potrebbe essere un buono spunto per dare un senso a questa giornata, anche per chi non la collega ad un evento religioso. Buona lettura! ❣


1. Leggete un libro insieme

Come abbiamo spiegato nell’articolo dedicato all’importanza della lettura per i bambini, i libri sono una finestra sul mondo e molto spesso aiutano i genitori a spiegare in modo chiaro e immediato concetti e pensieri che altrimenti si farebbe fatica a trasmettere ai bambini.

Non solo, leggere un libro permette ai bambini di imparare parole nuove e di conseguenza ampliare il loro vocabolario. Leggendo la storia della nascita di Gesù potrebbero ritrovarsi di fronte a termini poco usati nella vita di tutti i giorni (ad es. mangiatoia), e farli propri.

Un altro elemento di cui tener conto è il fatto che i libri siano pensati per età specifiche: ad esempio, i libri dedicati ai bambini di 2 o 3 anni includono molte immagini, un testo breve e molto spesso elementi di interattività utili a mantenere alta l’attenzione dei bambini (finestrelle da aprire e chiudere, ecc.).

Se i bambini sono grandi e hanno già imparato la storia della Natività, potrete optare per libri che li aiutino a consolidare il vero significato del Natale, uno fra tutti il grande classico Canto di Natale di Charles Dickens, disponibile anche in una versione per bambini di Geronimo Stilton.

Per approfondire, date un’occhiata ad altri libri di Natale per bambini oppure a libri su Babbo Natale.

2. Attenetevi alla storia vera

Se l’idea del libro non vi convince e vi sentite abbastanza sicuri per cimentarvi da soli nella narrazione, il nostro consiglio è quello di raccontare la storia della nascita di Gesù attenendovi il più possibile alla storia vera.

L’ideale sarebbe dividere il racconto in più parti, dedicando il giusto tempo a ciascuna: l’apparizione dell’arcangelo Gabriele a Maria e Giuseppe, il miracolo della gravidanza di Maria, la visita di Maria alla cugina Elisabetta, il viaggio verso Betlemme e, per finire, la visita dei Re Magi subito dopo la nascita di Gesù e i loro tre doni; in questo modo i bambini capiranno molto meglio il senso e il simbolo del regalo.

Dividendo il racconto in più “episodi” permetterete ai bambini di avvicinarsi gradualmente ai vari personaggi e interiorizzare meglio la storia. Se amano disegnare, potreste chiedere loro di fare un disegno per ogni punto saliente del racconto.

Inoltre, per aiutare i bambini ad avere un’idea generale e completa rispetto a questa festa, potreste parlare loro brevemente anche della figura di Babbo Natale, le cui origini vanno rintracciate nella figura di San Nicola, il vescovo della cittadina turca Myra, vissuto nel IV secolo, che regalò la dote alle figlie di un povero uomo caduto in disgrazia, salvandole dalla povertà.

3. Coinvolgete i bambini

Come già saprete, i bambini imparano giocando ed è per questo motivo che, oltre a raccontare la storia alla base del Natale, organizzare insieme attività e giochi stimolanti potrebbe essere utile per permettere loro di elaborare i concetti appena appresi.

Oltre a fare il classico presepe insieme, un’altra idea potrebbe essere quella di mettere in scena la Natività: vi basterà munirvi di un teatrino e alcuni burattini e il gioco è fatto!

Ovviamente dovrete mettere in moto un po’ di fantasia e trovare qualche escamotage per adattare la storia, in modo tale da renderla accessibile anche in versione di spettacolo teatrale. Per approfondire, potreste dare un’occhiata all’articolo come fare uno spettacolo dei burattini.

Date spazio ai simboli del Natale: decorate l’albero di Natale oppure organizzate le decorazioni natalizie (qui trovi alcune idee fai date oppure quelle da stampare e ritagliare) e le luci di Natale, mentre ascoltate un audiolibro per bambini sulla storia di Gesù.

Un’altra idea molto carina è quella di creare insieme un calendario dell’avvento fai da te, che darà valore ai giorni precedenti al Natale. In alternativa, guardate questi 10 modelli da stampare gratis.

Qualunque attività decidiate di fare, cercate di coinvolgere i bambini incoraggiandoli ad esprimere la loro opinione, anche magari riguardo la piega decisamente materialistica che il Natale sembra aver preso negli ultimi anni, se sono abbastanza grandi.

In fine, quando i bambini si appresteranno a scrivere la letterina a Babbo Natale (guarda 10 modelli da stampare gratuitamente), ricordate loro di includere anche delle piccole considerazioni sul valore spirituale di questa festa, scoraggiandoli dallo stilare una semplice lista di richieste.

4. Fate insieme atti di gentilezza

Un altro modo per interiorizzare la lezione morale del Natale è metterne in pratica gli insegnamenti.

Raccontare la storia della nascita di Gesù potrà anche essere un buon modo per far conoscere ai bambini l’origine di questa festività, ma fare qualcosa di concreto potrà avere un ancora più grande valore educativo.

Un’idea potrebbe essere quella di chiedere loro di regalare a bambini meno fortunati alcuni dei giocattoli che non usano più.

“Vi è più gioia nel dare che nel ricevere”

(At 20,35) 

Potreste metterli insieme in un grande sacco e portarlo alla parrocchia, oppure direttamente ai bambini in difficoltà, se ne conoscete qualcuno.

Avere il coraggio di privarsi di qualcosa per donarla agli altri è un insegnamento importante che permette ai bambini di comprendere il valore della generosità e l’importanza di non attaccarsi ai beni materiali.

>>> Ti potrebbe interessare:

5. Date il buon esempio

Come dicono gli inglesi “lead by example”. Pretendere che i bambini compiano degli atti di generosità senza che però abbiano in casa un esempio coerente al quale ispirarsi è un po’ contraddittorio.

Per aiutare i bambini a comprendere il valore della spiritualità, sarà meglio evitare di mostrarsi troppo presi dal solito tran tran degli acquisti natalizi, perché anche quando i bambini sembrano distratti, stanno imparando.

Fate in modo che i regali che farete a parenti e amici abbiano il più possibile un significato e cercate di coinvolgere i bambini nella scelta o nella creazione, se siete degli amanti del fai-da-te.

Il dono è uno dei simboli principali del Natale ed è un modo per dire agli altri quanto teniamo a loro. Non è un obbligo.

6. Date spazio agli affetti

Cos’è il Natale se non un’occasione per rinnovare la propria spiritualità e passare del tempo di qualità insieme alla famiglia e agli amici?

I bambini amano circondarsi delle persone che amano ed è per questo che qualche giorno prima delle vacanze natalizie potreste invitare gli amichetti a casa, intrattenendoli con giochi a tema Natale (i più amati sono cruciverba e tombola) oppure organizzare una caccia al tesoro di Natale (qui pronta da stampare).

Per quest’ultima, non ci sarà bisogno di acquistare alcunché, basterà ideare dei semplici indovinelli, magari a tema Natività, come questo che potete trovare nella nostra caccia al tesoro:

“Con tre vasi in terracotta, lor cercavano una grotta! E viaggiavan tutti e tre, per il Santissimo bebè!

(Re Magi)

Il tesoro potrebbe essere, invece, una cesta di biscotti al pan di zenzero fatti da voi e magari un film da vedere tutti insieme sulla storia del Natale.

Questa atmosfera di condivisione e umanità sarà lo sfondo ideale per celebrare una festa che ogni anno ci ricorda il valore della generosità, dell’umiltà e l’importanza degli affetti.

7. Per concludere…

Cari amici, siamo giunti al termine di questo articolo e speriamo di avervi fornito alcuni spunti interessanti per spiegare cos’è il Natale ai vostri bambini! Per suggerimenti, domande o richieste particolari, inviateci pure un messaggio sulla pagina contatti. Alla prossima! ❣


menu di Natale da scrivere e stampare

Menu di Natale | 5 Modelli da Compilare e Stampare Gratis

Ecco a voi 5 menu di Natale in formato PDF editabile, che potrete scrivere e stampare gratuitamente, perfetti per adulti e bambini.

calze della befana fai da te

Calze della Befana Fai da Te | 40 Idee Facili ed Originali

Ecco 40 idee per realizzare delle calze della Befana fatte a mano: in feltro, di carta, all’uncinetto e jeans. Poi scarica ogni cartamodello gratuito.

Libri sulla Befana

10 Libri sulla Befana da Leggere con i Bambini | Epifania 2022

L’Epifania è, subito dopo il Natale, una delle feste più magiche dell’anno! Entra e scopri i 10 libri sulla Befana più divertenti in assoluto!

Chi era la Befana e dove vive

Chi era la Befana e quando passa? | Origini e Leggenda

Il 6 gennaio si avvicina e non puoi fare a meno di chiederti: chi era la Befana e dove vive adesso? Entra e scopri subito le origini e la leggenda!

lettera dalla befana ai bambini da stampare

Lettera dalla Befana ai Bambini | PDF da Stampare Gratis

Ecco 3 modelli di lettere inviate dalla Befana ai bambini buoni e cattivi in formato PDF e pronti da stampare. Buona Epifania!

Cris Venneri

Sono laureata in Scienze Linguistiche e della Traduzione alla Sapienza di Roma. Sin da piccola sono sempre stata attratta dall'arte e dalla natura. GiocaGiardino è un progetto che nasce da un profondo e radicato interesse verso il mondo dei bambini, della lettura e del gioco, unito all'intento di voler semplificare le scelte delle mamme e dei papà, attraverso una selezione attenta e coscienziosa dei prodotti consigliati. 

Articoli recenti