Calendario dell’Avvento | Cos’è e Come si Fa | Natale 2021


*Questo post contiene link affiliati -  In qualità di Affiliato Amazon, ricevo un guadagno per ciascun acquisto idoneo.

Calendario dell'avvento - cosa è - copertina

Se volete sapere davvero tutto sul Calendario dell’Avvento, siete atterrati senza dubbio sulla pagina giusta. In questo articolo vi spiegherò cos’è, come funziona e quali sono le origini di questa tradizione diffusa in tutto il mondo.

Ma non è finita qui, perché scoprirete come realizzarne uno fai da te (per bambini e per adulti), cosa mettere dentro e come appenderlo al muro!

Appena avrete scoperto in cosa consiste questa tradizione, vi consiglio di dare un’occhiata a 40 idee per realizzare un calendario dell’Avvento fai da te oppure a questi 10 modelli da stampare gratis che ho realizzato per voi. Buona Lettura!


Cos’è


Un calendario dell’avvento è una calendario generalmente in cartone che inizia il 1° dicembre e finisce il 24 dicembre e con il quale si contano i giorni che mancano a Natale; la tradizione vuole che sia composto da 24 finestrelle contenenti delle forme di cioccolato a tema natalizio che giorno dopo giorno i bambini possono mangiare.

Quando la tradizione ebbe inizio (tra la metà del 19° secolo e l’inizio del 20° secolo), era dedicata più che altro ai bambini e non prevedeva molte varianti; oggi invece esistono infinite tipologie di calendari dell’avvento e l’interesse è molto alto anche da parte degli adulti.


Quando Inizia?


I calendari tradizionali iniziavano il conto dalla prima domenica dell’avvento che cade sempre tra il 27 novembre ed il 3 dicembre. Da questa data, infatti, in molti riti cristiani, inizia il periodo liturgico che precede il Natale. La scelta creava però alcuni problemi, poiché ogni anno cambiavano il numero di caselle e finestrelle contenute nel calendario. Per evitare la scomodità di una data mobile, oggi giorno si tende a far iniziare il calendario dell’avvento il 1° fino al 24 dicembre, dunque Natale escluso.

Il Calendario dell’avvento ai giorni nostri inizia il 1° dicembre e finisce il 24 dicembre; conta esattamente 24 caselle.


Quali sono le Origini?


Le Origini Protestanti e Cattoliche

Il primo calendario dell’avvento fatto in casa appare probabilmente per la prima volta in Germania, nel 1851. L’usanza iniziò quando le famiglie protestanti cominciarono ad attaccare al muro 24 immagini a tema natalizio oppure segnavano con il gesso 24 linee sulla porta di casa che i bambini dovevano ogni giorno cancellare fino a Natale.

Ma sembra che di usanze simili ne esistessero molte di più. Nelle famiglie cattoliche, ad esempio, si usava mettere ogni giorno della pagliuzza all’interno della mangiatoia della scena della natività, ma possono essere citati anche l’orologio dell’avvento o la candela dell’avvento, sulla quale venivano realizzati 24 segni. Quest’ultima tradizione fu la più diffusa durante il socialismo.

Nella letteratura

Uno dei primi scrittori a documentare questa usanza fu Thomas Mann che nel suo romanzo I Buddenbrook. Decadenza di una famiglia, narra del piccolo Hanno, il quale segue l’avvicinarsi del Natale strappando i fogli da un calendario creato dalla sua bambinaia.

La svolta del 1920-1930: La Stampa e le Finestrelle

La grande svolta avvenne nel 1920, quando i calendari dell’avvento iniziarono ad essere stampati in grandi tirature ed abbelliti dai disegni di alcuni illustratori più o meno celebri, che si occupavano di libri per bambini, poster, biglietti d’auguri, libri da colorare e carte da gioco.

Sempre nel 1920 si diffuse l’usanza (poi rimasta nel tempo) di inserire 24 finestrelle dietro alle quali si nascondeva una immagine a tema natalizio.

Ma le origini della tradizione come la conosciamo noi oggi, risalgono a quando nel 1930 l’istituto litografico di Reichhold & Lang a Monaco, iniziò a creare dei calendari dell’avvento che erano simili a delle piccole opere d’arte.

Lang si ricordò di quando la mamma cuciva sul calendario dell’avvento dei biscottini di origine tedesca chiamati Wibele e come lui avesse il permesso di mangiarne uno al giorno, dal 1° dicembre fino alla viglia di Natale.

Fu così che a Lang venne in mente di produrre dei calendari dell’avvento con dei cioccolatini all’interno e di decorarli con svariati tipi di ornamenti e brillantini di diverso colore.

Da quel momento l’intera Sassonia, si trasformò in un importante centro di produzione di Calendari dell’Avvento, una tradizione destinata a diffondersi in tutto il mondo. Potrete scoprire come si è evoluta ai giorni d’oggi nel capitolo dedicato alle tipologie di calendari dell’avvento.

>>>Ti Potrebbe Interessare: 70 Regali di Natale davvero Originali per Bambini


Cos’è l’Avvento?


La parola avvento deriva dal latino adventus e significa “venuta”, ma nell’accezione più diffusa indica l’attesa per la venuta del Signore. L’avvento, in molti riti cristiani, è il tempo liturgico che precede il Natale che inizia tra il 27 novembre ed il 3 dicembre e finisce il 24 dicembre con la vigilia di Natale.

Il tempo dell’avvento nel rito romano della chiesa cattolica inizia con il vespro della sera della prima domenica e finisce con la vigilia di Natale, prima del primo vespro di Natale.

L’avvento dura un minimo di 22 giorni fino ad un massimo di 28 e include sempre quattro domeniche.

Tabella dei Prossimi Avventi

AnnoPrima domenicaDurata in Giorni
202128 novembre27
202227 novembre28
20233 dicembre22

Tipologie


Come accade per ogni tradizione, anche quella del calendario dell’avvento è iniziata in maniera molto semplice (vedi ad esempio le origini e la storia dell’elfo sulla mensola). Ai giorni nostri, la tradizione si è però evoluta diventando oggetto di interesse non solo dei bambini, ma anche degli adulti e tutt’oggi la scelta può cadere sul fai da te o sull’acquisto di un prodotto commerciale.

La tradizione principale che è sopravvissuta nel tempo ed è rimasta la più diffusa è quella del Calendario dell’Avvento in cartone con delle finestrelle da aprire e con all’interno dei cioccolatini; ma oltre a questa, ne sono nate molte altre (praticamente infinite) che si differenziano da quella originale in 4 aspetti: materiali, supporto e forma, soggetto, contenuto.

Materiali

I calendari dell’avvento più diffusi sono quelli in carta e cartoncino, sia per quanto riguarda quelli in vendita sia quelli “fai da te”. Quelli in vendita, molto spesso sono da costruire, ma in alcuni casi vengono giù venduti montati.

Un altra tipologia di materiale molto diffuso è il legno che generalmente prevede sia delle finestrelle che dei cassettini da aprire.

Se invece parliamo di fai da te, il ventaglio di materiali utilizzati può spaziare di molto. I calendari dell’avvento più in voga sono quelli realizzati con i rotoli di carta igienica (esaurita) bicchieri di plastica, feltro, stoffa e all’uncinetto

Supporto e Forma

Molti dei modelli in vendita e fai da te che si sono diffusi nel tempo sono ben diversi dalla versione più tradizionale. Di seguito vi elenco altre tipologie di calendari dell’avvento:

  • Sacchetti: come forse potete immaginare, si tratta di 24 sacchetti di carta o cartoncino da posizionare in casa su un tavolo o sotto l’albero di Natale, con un numero attaccato (per ogni giorno) e contenenti una piccola sorpresa o regalino, come ad esempio dei cioccolatini, dei biscottini, un giochino, o delle frasi memorabili.
  • Scatoline: anche le scatoline sono una soluzione molto diffusa e la scelta dello stile e dei colori può variare di molto in base ai gusti personali. Molto spesso hanno grafiche e stampe che rappresentano i simboli del natale, come Babbo Natale, le renne (guarda queste renne da esterno per decorare il giardino), pupazzi di neve, alberelli di Natale, casette e via dicendo.
  • Cassetti: i calendari dell’avvento con cassetti rientrano fra i modelli più popolari tra quelli in commercio e generalmente sono realizzati con cartone molto spesso, oppure in legno.
  • Libri: alcuni calendari dell’avvento possono avere la forma di un libro; esistono ad esempio versioni pop-up (anche chiamate 3D) composte da solo 2 pagine, ma che contengono comunque 24 finestrelle. In altre versioni invece i libri sono composti da 24 pagine e su ciascuna di queste pagine c’è un racconto per bambini.

Soggetto

I soggetti più diffusi nei calendari dell’avvento sono quelli natalizi e religiosi. I primi sono popolati di simboli come Babbo Natale (perché è rosso?), renne, pupazzi di neve, stelle comete, bastoncini di zucchero, omini di marzapane. Mentre invece, quelli cristiani o per il catechismo possono contenere scene della Natività, piccole preghiere, passi della Bibbia e buoni propositi per ogni giorno del mese fino alla Vigilia.

Sono molto diffusi anche calendari dell’avvento con soggetti che non hanno niente a che fare con il Natale e la religione, come ad esempio:

  • Con make-up per donne
  • Di Harry Potter
  • Della Birra
  • Alcolico
  • Molti altri…

>>> Ti Potrebbe Interessare: Letterine a Babbo Natale da Scaricare Gratis


Cosa Mettere Dentro?


Il contenuto di un calendario dell’avvento dipende molto dalle credenze, dai gusti e dagli interessi di chi lo crea o lo acquista. Vi elenco di seguito quali sono i contenuti più diffusi per un calendario dell’avvento.

  • Cioccolatini a tema natalizio: questa è la scelta più diffusa ed è possibile scegliere se acquistarli o farli in casa.
  • Biscottini: come vi raccontavo più sopra la tradizione inizia proprio cone dei biscottini infilati da una mamma nel calendario dell’avvento di un bambino ed è una buona idea portare avanti questa idea, semplice ma gradita da adulti e bambini.
  • Regalini: l’idea di inserire delle piccole sorprese è consigliata più che altro per i calendari dei bambini. Potete inserire piccoli portachiavi, braccialetti, temperamatite, delle palline, dei timbri e via dicendo. Se vi può interessare, date un’occhiata all’articolo dedicato ai migliori regalini per bambini. Se ti può interessare, scopri anche perché a Natale si fanno i regali.
  • Frasi d’amore: se il calendario dell’avvento è un regalo per il vostro partner potreste inserire all’interno dei bigliettini contenenti delle piccole frasi d’amore per la vostra dolce metà.
  • Piccole foto: il Natale è la festa in cui si celebra l’amore e dunque può essere una buona idea inserire all’interno di finestrelle, scatoline e cassettini alcune foto che catturano momenti importanti passati con le persone che amate. Ogni giorno sarà un’emozione diversa.
  • Aforismi: il Natale è la festa della bontà e bontà fa rima con saggezza. Perchè non mettere dentro al vostro calendario dei bigliettini contenenti degli aforismi? Date un’occhiata a questi aforismi zen, sono davvero belli.
  • Piccole preghiere: se si tratta di un calendario dell’avvento cristiano o religioso può essere davvero un bella idea inserire all’interno dei bigliettini con delle piccole preghierine o dei buoni propositi, come ad esempio “Signore, questo Natale aiuta i bambini meno fortunati di me”, oppure “Signore, entra nel mio cuore e aiutami a vivere il Natale con Amore e presenza”. Questa potrebbe essere una fantastica occasione per spiegare il senso del Natale ai bambini.
  • Passi della Bibbia: se ci sono dei passi della Bibbia particolarmente significativi per voi e che volete condividere con i vostri bambini o con chi riceverà il calendario, potete scriverli su un bigliettino ed inserirli dietro alle finestrelle o dentro i cassettini.

>>> Ti Potrebbe Interessare: 50 Addobbi di Natale fai da Te Facili da Realizzare


Come si Fa


Costruire un calendario dell’avvento fai da te è un’operazione abbastanza semplice che può essere svolta anche dai bambini. Di seguito vi mostro 3 idee fai da te molto facili da realizzare e divertenti!

1. Con Rotoli di Carta Igienica

Uno dei modi più semplici per creare un calendario dell’avvento è con i rotoli di carta igienica terminata. Non dovrete fare altro che riempire ciascun rotolo (guarda cosa mettere dentro), chiuderlo con della carta colorata (con colla o spillatrice) e poi unire i rotoli posizionandoli in modo tale da formare la sagoma di un albero di Natale. Per concludere, non dovrete fare altro che attaccare i numeri dall’1 al 24.

2. Calendario Avvento con Bicchieri

Un altro modo per creare un calendario dell’avvento in casa è utilizzare dei bicchieri di plastica. Anche in questo caso potete attaccare della carta con colla, spillatrice, ma anche con un elastico.

3. Calendario Avvento con Carta

In alternativa, potete crearne uno anche solo con la carta. Prendete un foglio A4 oppure A3 e realizzate un disegno a tema Natalizio o di altro genere. Disegnate e ritagliate le 24 finestrelle che chiuderete in un secondo momento. Utilizzate poi della colla stick per attaccare sul retro un altro foglio della stessa dimensione. All’interno delle finestrelle realizzate dei disegni o scrivete un messaggio o una frase di vostro gradimento. Chiudete ora le finestrelle con un pezzettino di nastro biadesivo oppure con una piccolissima quantità di colla.

calendario dell'avvento con finestrelle fatto di carta

>> Scopri altre 40 Idee di Calendari dell’Avvento Fai da Te


Come Appenderlo al Muro


Per appendere un calendario dell’avvento avete 3 possibilità che vi elencherò di seguito:

  1. Rimuovete un quadro ed attaccate il calendario: se ci pensate, si tratta di soli 24 giorni l’anno e qualsiasi quadro di casa può fare momentaneamente spazio ad un calendario dell’avvento. I latini avrebbero detto ubi maior minor cessat.
  1. Utilizzate gli adesivi da parete: gli adesivi da parete vi permettono spesso di risolvere in modo semplice tanti lavoretti in casa che altrimenti richiederebbero l’uso del martello o ancora peggio del trapano. Alcuni hanno una buona opinione di questi prodotti, mentre altri li reputano totalmente inutili. La verità è che possono funzionare o non funzionare in base a molti fattori tra cui: umidità della casa, tipologia di muro, tipologia di vernice del muro, temperatura della casa. Sta a voi se decidere di tentare o meno.
  1. Nastro adesivo di carta: se il vostro calendario è leggero, potete provare ad utilizzare del nastro di carta che generalmente non danneggia il muro come senza dubbio fa quello trasparente di plastica.

>>> Ti Potrebbe Interessare: 50 Libri sul Natale per Bambini davvero incantevoli

Conclusioni

Spero di avervi aiutato a capire cos’è un calendario dell’avvento, come funziona e le sue origini. Per ulteriori informazioni mi potete inviare un messaggio per mezzo della pagina contatti. Buon Natale a tutti voi!


Ti Potrebbe Interessare…

calze della befana fai da te

Calze della Befana Fai da Te | 40 Idee Facili ed Originali

Ecco 40 idee per realizzare delle calze della Befana fatte a mano: in feltro, di carta, all’uncinetto e jeans. Poi scarica ogni cartamodello gratuito.

Libri sulla Befana

10 Libri sulla Befana da Leggere con i Bambini | Epifania 2022

L’Epifania è, subito dopo il Natale, una delle feste più magiche dell’anno! Entra e scopri i 10 libri sulla Befana più divertenti in assoluto!

Chi era la Befana e dove vive

Chi era la Befana e quando passa? | Origini e Leggenda

Il 6 gennaio si avvicina e non puoi fare a meno di chiederti: chi era la Befana e dove vive adesso? Entra e scopri subito le origini e la leggenda!

lettera dalla befana ai bambini da stampare

Lettera dalla Befana ai Bambini | PDF da Stampare Gratis

Ecco 3 modelli di lettere inviate dalla Befana ai bambini buoni e cattivi in formato PDF e pronti da stampare. Buona Epifania!

lettera befana da stampare

Letterina alla Befana | 10 Modelli da Stampare Gratis in PDF

Ecco a voi 10 modelli di lettera alla Befana da stampare gratis ed in PDF. Ciascuno con grafiche e contenuti diversi! Buona Epifania!

Numeri per Calendario dell’Avvento da Stampare Gratis in PDF

Ecco i numeri da stampare gratis per il vostro Calendario dell’Avvento fai da te, sia a colori che da colorare. Buon divertimento!

Paolo Mazzilli

Ciao sono Paolo, Blogger ed esperto SEO, con grande esperienza nel settore dell'organizzazione di eventi per bambini. Da alcuni anni mi sono appassionato in giochi per bambini di ogni tipo, ma con una maggiore attenzione per quelli "out-door". La mia missione è aiutare mamme e papà a trovare giochi ed attività divertenti e sicure per i loro bimbi!

Articoli recenti