Come si Gioca a Nascondino e Cosa Serve | Le Regole da Sapere

Come si gioca a Nascondino

Nascondino, conosciuto nel mondo anglofono con il nome di hide and seek, è uno di quei giochi di gruppo senza tempo, che non passano davvero mai di moda. In questo articolo vi spiegheremo quali sono le sue regole. Buona lettura!

Cosa serve

Per giocare a Nascondino non servono materiali specifici, ma è consigliabile scegliere posti grandi e all’aperto per dare ai giocatori la possibilità di trovare tanti nascondigli e rendere il gioco più coinvolgente.

Quanti giocatori

Quello che vale per la maggior parte dei giochi di gruppo vale anche per Nascondino: più giocatori ci sono, più il divertimento aumenta. In linea di massima, si va da un minimo di 2 giocatori ad un massimo di 15.

Come si gioca

  • I giocatori fanno la conta per scegliere chi dovrà cercare i compagni nascosti;
  • Il bambino scelto, appoggiandosi ad un albero o ad un muro (la cosiddetta “tana”) con gli occhi chiusi e dando le spalle ai compagni, conterà almeno fino a 10;
  • Mentre il bambino conta, gli altri corrono alla ricerca di un nascondiglio;
  • Una volta finito di contare, il bambino dovrà voltarsi, gridare “via” e cominciare a cercare;
  • Quando il bambino riesce a trovare qualcuno, dovrà correre verso la tana, toccarla e gridare “tana per + nome del bambino“;
  • Chi invece si è nascosto, senza farsi vedere, dovrà allontanarsi dal suo nascondiglio, raggiungere la tana, toccarla e mettersi in salvo gridando “tana per me”;
  • L’ultimo giocatore che ancora non è stato trovato ha la possibilità di liberare tutti gli altri: se riesce a toccare la tana per primo dovrà dire “tana libera tutti”;
  • Se alla fine l’ultimo giocatore non riesce a fare tana libera tutti, al turno successivo dovrà contare il primo bambino ad essere stato trovato, e così via;

Differenze tra versioni

  • Nascondino viene chiamato anche Nasconderella, Rimpiattino e Sardina;
  • Nella versione chiamata Rimpiattino, il giocatore che conta deve riuscire a toccare gli altri per catturarli, invece di toccare la tana;

Le origini

Le origini di questo gioco vanno ricercate nel XVII secolo, quando veniva praticato come forma di socializzazione e corteggiamento tra giovani nobili. Si è affermato prima in Italia, Spagna e Francia, per poi diffondersi in tutta Europa.


Per concludere…

Cari amici, siamo giunti al termine di questo articolo in cui vi abbiamo spiegato le regole di uno dei giochi di gruppo più amati di sempre. Per commenti o suggerimenti, inviateci un messaggio tramite la pagina contatti. Nel frattempo, alla prossima!


Ti potrebbe interessare: Giochi da fare

Giochi festa compleanno adulti ragazzi copertina

20 Giochi per una Festa di Compleanno per Ragazzi e Adulti

Qui troverai 20 giochi da fare a una festa i compleanno per ragazzi e adulti, perfetti sia in casa che all’aperto! Buona Lettura!

Domande gioco della scarpa per sposi

Gioco della Scarpa | 50 Domande Divertenti per gli Sposi

Qui troverai una lista 50 domande divertenti e scomode da fare agli sposi durante il gioco della scarpa! Entra Subito!

Domande vero o falso facili e difficili copertina

60 Domande “Vero o Falso” di Cultura Generale (con risposta)

Ecco 60 domande Vero o Falso sia facili che difficili e adatte sia ai bambini che agli adulti. Alcune sono interessanti altre divertenti! Entra Subito!

domande per conoscersi meglio copertina

150 Domande per Conoscersi e Consolidare l’Amicizia

Ecco qui 150 domande per conoscere meglio qualcuno, perfette per adulti e bambini, tra amici e in coppia. Entra Subito!

Giochi per potenziare la memoria copertina

10 Giochi e Attività Divertenti per Potenziare la Memoria

Ecco 10 giochi per migliorare la memoria visiva e uditiva di bambini, adulti e anziani, con l’uso di numeri, immagini e colori. Entra Subito!

Domande obbligo o verità copertina

Obbligo o Verità | 60 Domande Scomode e Divertenti

Ecco 60 Domande davvero divertenti da fare in Obbligo e Verità. Perfette per adulti e bambini, tra amici e in coppia. Entra Subito!

Ultimi articoli